ANDREA ANDREOLI - Trombone

 

Nasce a Bergamo nel 1983. Si diploma in Trombone presso il conservatorio Giuseppe Verdi di Como, sotto la guida del Maestro Pierluigi Salvi e Fulvio Clementi.

Contemporaneamente agli studi classici, approfondisce lo studio del jazz e dell’improvvisazione  al CDPM di Bergamo con i maestri Sergio Orlandi e successivamente con Rudy Migliardi.

Frequenta poi il biennio specialistico in Trombone jazz presso il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano sotto la guida di Giovanni Falzone.

Partecipa a diversi masterclass di perfezionamento sul repertorio solistico e sinfonico con i maestri Joseph Alessi, Charlie Vernon, Andrea Conti, Michel Becquet, Andrea Bandini, Daniele Morandini, Vincenzo Paratore, Devid Ceste, Floriano Rosini.

Approfondisce lo studio del jazz e dell'improvvisazione con Marshall Gilkes.

Collabora come primo trombone presso la JW ORCHESTRA di Marco gotti, La CIVICA JAZZ BAND di Enrico Intra, La Big Band di Paolo Tomelleri, Nick the Nightfly e la Radio Montecarlo Orchestra.

Negli anni ha avuto modo di suonare con: (più importanti)Ennio Morricone, Lew Soloff, Gianluigi Trovesi, Jimmy Heath, Dave Weckel, Fabrizio Bosso, Francesco Cafiso, Bobby Watson, Rudy Migliardi, Roberto Gatto, Enrico Rava, Enrico Intra, Gigi Ciffarelli, Emilio Soana, Roberto Rossi, Franco Ambrosetti, Franco Cerri, Tullio de Piscopo e molti altri…

Viene invitato come solista ospite nella rassegna “Italian jazz graffiti 2011”, che ha radunato sette dei nuovi giovani jazzisti italiani, insieme a Mattia Cigalini, Dino Rubino, Gabriele Evangelista, Paolo Orlandi, Alessandro Lanzoni e Francesco Diodati.

Collabora anche con diverse orchestre Lirico Sinfoniche, in particolare la 1813 di Como, e diversi gruppi da camera.

Nel campo dei musical partecipa alla produzione di LA BELLA E LA BESTIA (Stage Entertainment 2009) CATS (Compagnia della Rancia 2010-2011) HAPPY DAYS (Compagnia della Rancia 2011), HAIR SPRAY (Espace Cardin, Paris 2012).

Partecipa a diverse trasmissioni televisive, tra le più importanti: ZELIG (CANALE 5, 2011/12), METTIAMOCI ALL’OPERA 2 (RAI 1, 2011).

Suona nella CONTEMPORARY ORCHESTRA di Giovanni Falzone.


CARLO NAPOLITANO - Trombone

 

 


DANIELE ZANENGA - Trombone

 


FEDERICO CUMAR - Trombone

 

Trombonista, compositore e arrangiatore, diplomato in trombone e laureato in filosofia, ha studiato al Conservatorio di Udine, alle Scuole Civiche di Milano e all'Accademia "Perosi" di Biella.
Attivo sia in ambito classico che in ambito jazzistico, ha collaborato con diverse orchestre, ensemble di ottoni e orchestre di fiati. Ha fatto parte della Zerorchestra di Pordenone, formazione specializzata nella sonorizzazione di film muti dal vivo ed è stato fra i fondatori dei gruppi di improvvisazione "Phophonix orchestra" e "Lost Identities Collective". Ha collaborato inoltre con diverse big band. Come compositore ha preso parte, con il brano Derivazioni, al progetto "Musiche di queste Terre" dodici composizioni contemporanee su temi musicali antichià e ha vinto il 1° premio ex-aequo (cat.C) al primo concorso di composizione per giovani strumentisti di Povoletto. Nel 2005 Sentieri Selvaggi gli ha commissionato il melologo L'Oceano, Costa e Voltjek, presentato nell'ambito di CreaMi. Nel 2006 ha vinto il 1° premio al concorso "2 agosto" di Bologna con il brano "Papageno made me write this piece" per flauto e orchestra. Nel 2007 il Comune di Vivaro gli ha commissionato il brano Link 07 per banda ed è stato finalista al concorso Mitropoulos di Atene con il brano Shipwreck per Soprano e orchestra. Inoltre ha composto su richesta del gruppo Sonata Island Tema e variazioni per sette strumenti, presentato al festival che porta il nome del gruppo stesso. Nel 2008 ha vinto il concorso Potsdamer Divertimenti con Bricks per timpani e orchestra d'archi e ha realizzato le musiche per il cortometraggio Le mani addosso di Luca Littarru.


Foto di copertina: Roberto Priolo

Per rimanere sempre aggiornato, seguici sui nostri canali Social!