Monografici:

 

Duke Ellington: una rivisitazione del repertorio della Big Band di Ellington. I brani ripercorrono l’intera storia dell’orchestra: dal periodo del Cotton Club; passando per le più celebri song ellingtoniane, scritte in collaborazione con Billy Strayhorn; fino ai brani tratti dalle composizioni più estese, come le Suite “Such Sweet Thunder”, i Sacred Concerts o i brani dello “Schiaccianoci” di Tchaikovsky, proposti con gli arrangiamenti originali di Ellington.

 

Count Basie: i brani più importanti del repertorio della big band di Count Basie: dagli head arrangements degli anni 30, fino ai brani più recenti di Neal Hefti, Sammy Nestico, Benny Carter, Quincy Jones e Frank Foster. 

 

Thad Jones/Mel Lewis Orchestra: comprende brani tratti dal repertorio della Thad Jones/Mel Lewis Orchestra: da “Big Dipper” , “A Child Is Born”, “The Groove Merchant”, fino alle composizioni di Bob Brookmeyer, che, in seguito alla scomparsa di Thad Jones, è diventato direttore della big band e ne ha continuato la storia e la tradizione fino ai giorni nostri, sotto il nome di Vanguard Jazz Orchestra.

 

Michael Brecker: la big band celebra la figura del musicista proponendo arrangiamenti originali per orchestra, scritti da Luca Missiti, di alcune composizioni di Michael Brecker, sassofonista universalmente considerato come il più influente dell’era del jazz moderno.

 

John Coltrane: repertorio interamente dedicato alla musica del grande sassofonista, riarrangiata per Big Band da Luca Missiti e da Bob Mintzer: da “Impressions" a “Naima", da “Giant Steps" a “My Favorite Things”, fino a due movimenti dalla suite “A Love Supreme”.

 

Bird: in questo concerto l’ orchestra si confronta con la grande tradizione americana degli anni 40 e 50, che ha visto nascere e imporsi sulla scena mondiale musicisti e compositori considerati i padri del Bebop (Dizzy Gillespie e Bud Powell), per riunire il percorso intorno alla figura geniale di Charlie “Bird” Parker.

 

Chet Baker: repertorio dedicato al grandissimo trombettista americano,  in un progetto per tromba solista e big band che mette in luce il suo stile lirico e intimista.

 

Buddy Rich: progetto dedicato al più grande batterista di tutti i tempi e al repertorio della Buddy Rich Big Band che comprende arrangiamenti di Bill Holman, Phil Wilson, Bill Potts, Greg Hopkins, John LaBarbera, Oliver Nelson, Pete Myers, Bill Reddie, e Sammy Nestico. 

 

Charles Mingus: in questo concerto la Monday Orchestra propone le più celebri composizioni del contrabbassista americano, da “Goodbye Pork Pie Hat” a “Fables of Faubus”, negli arrangiamenti originali della Mingus Big Band.

 

George Gershwin: omaggio al grande compositore americano, con i brani in versione strumentale riarrangiati per Big Band.

 

The Beatles: un repertorio dedicato alla musica della formazione inglese,  con i più famosi brani arrangiati appositamente per big band.

Per rimanere sempre aggiornato, seguici sui nostri canali Social!